6 LIVELLI DI GRAVITA' DELLE VENE VARICOSE.

La strategia conservativa della vena safena abbatte le recidive

7 milioni di Italiani rischiano, a fronte di una insufficienza venosa cronica, di andare incontro ad ulcerazioni cutanee o addirittura a tromboembolie venose.

Nella persona sana il sangue ossigenato viene spinto dalla pompa cardiaca verso la periferia del corpo all’interno delle arterie. Dopo aver rilasciato ossigeno e sostanze nutritive ai tessuti periferici, lo stesso sangue risale verso il cuore, contro la forza di gravità, grazie alla spinta fornita dal polpaccio sulle vene della gamba.

Ad impedire la ricaduta del sangue verso il basso, un sistema di valvole venose descritte già nel XVI secolo dal medico Giovanni Battista Canani, che garantisce il ritorno del sangue venoso verso il cuore e il polmone, ove verrà detossificato e riossigenato.

Ma quando le vene della gamba si dilatano, i lembi valvolari non si toccano più l’uno con l’altro e la forza di gravità costringe il sangue venoso ad un ristagno, aumenta la pressione all’interno del circolo venoso degli arti inferiori : compare il reflusso e compaiono le varici, vasi venosi dilatati, visibili, dolenti e tortuosi.

Le attuali opzioni terapeutiche si dividono tra "ablative" (asportazione della Safena mediante chirurgia, laser, radiofrequenza, vaporizzazione o scleroterapia) e "conservative", basate su mini-incisioni chirurgiche in anestesia locale, per disconnettere specifici punti di reflusso e sfruttare adeguate vie collaterali di drenaggio, preservando il tronco safenico. Nel 2012 la revisione ufficiale di tutta la letteratura scientifica sull'argomento ha dimostrato come questa seconda tecnica, meno invasiva, riduca significativamente il rischio di una ricomparsa negli anni della medesima malattia.

CLASSIFICAZIONE MEDICA

classe 1: presenza di teleangiectasie o vene reticolari

classe 2: presenza di vene varicose

classe 3: presenza di edema

classe 4: turbe trofiche di origine venosa: pigmentazione, eczema, ipodermite, atrofia bianca

classe 5: come classe 4 con ulcere cicatrizzate

classe 6: come classe 4 con ulcere in fase attiva 

GLOSSARIO

TELEANGECTASIA: Confluenza di venule intradermiche permanentemente dilatate di meno di 1 mm di calibro.

VENE RETICOLARI: Vene intradermiche bluastre permanentemente dilatate, solitamente tortuose e di diametro da 1 mm a meno di 3 mm.

VENE VARICOSE: Vene sottocutanee permanentemente dilatate, di 3 mm di diametro o più, in posizione eretta.

EDEMA: Incremento percepibile del volume del fluido nel tessuto sottocutaneo identificato dalla formazione di una

impronta sotto pressione. L'edema venoso si manifesta di solito nella regione della caviglia ma può estendersi al piede e alla gamba. 

PIGMENTAZIONE: Scurimento pigmentato brunastro della cute che si riscontra di solito nella regione della caviglia ma che può estendersi al piede ed alla gamba.

ECZEMA: Eruzione eritematosa, vescicolare, essudativa o desquamativa della cute della gamba; è spesso localizzato vicino a vene varicose, ma può essere riscontrato in qualsiasi zona della gamba.

LIPODERMATOSCLEROSI: Indurimento cronico della cute localizzato, talvolta associato a cicatrizzazione e/o contrattura

IPODERMITE: Forma acuta di lipodermatosclerosi. E' caratterizzata da fragilità e diffuso arrossamento della cute dovuto ad infiammazione acuta.

ATROFIA BIANCA: Area biancastra e atrofica, circoscritta spesso circolare della cute circondata da chiazze di capillari dilatati e talvolta iperpigmentazione, è un segno di malattia venosa severa. 

ULCERE VENOSE: Alterazioni croniche della cute che non riescono a guarire spontaneamente, causate da malattie venose croniche.

Per maggiori informazioni rivolgiti al nostro Specialista, il chirurgo flebologo Dr. Sergio Gianesini, presso Domus Medica, o consulta il sito www.sergiogianesini.com





diapositivecliniche.pdf
diapositivecliniche.pdf (817,85Kb)

Domus Medica Srl Via Zanchi, 12 35042 Este (PD) Italy - Tel. +39 0429 50303 Fax +39 0429 59031 - E-mail: info@domusmedicaeste.it - PEC domusmedicaeste@pec.it
P.IVA/C.F. PD 03827560289 - Reg.Imp./R.E.A. PD 340294 - Cap. Soc. € 75.000,00 i.v.