INCINTA DA POCO?

Fa subito il BI TEST per lo screening precoce delle anomalie genetiche!

Come è noto la Sindrome di Down, nota anche come "mongolismo", è la anomalia genetica più frequente riscontrabile alla nascita. Tale Sindrome, dovuta alla presenza in soprannumero di un cromosoma 21 (trisoma 21) nelle cellule, è per oltre il 95% dei casi dovuta ad un errore casuale al momento del concepimento, mentre solo una piccola percentuale (meno del 5%) è dovuta ad una forma ereditaria di cui uno dei genitori è "portatore sano".
Benché questo problema abbia una frequenza che aumenta con l'aumentare dell'età materna ( a 20 anni il rischio di avere un bambino Down è di circa 1/1.500 nati, a 35 anni di 1/380, a 40 anni 1/28), essa può verificarsi in qualsiasi momento della vita riproduttiva. Infatti non esiste un'età limite al di sotto della quale il rischio sia inesistente e nonostante la diversa previsione statistica, la casualità potrebbe risparmiare una donna quarantenne e colpire invece una ventenne.
Oggi con la valutazione computerizzata dei livelli materni di protoplasmina A (PAPP-A) e della frazione libera di gonadotropina corionica (Free Beta HCG), in rapporto all'età materna e alla misura ecografica della traslucenza nucale, è possibile "personalizzare" il rischio di Sindrome di Down per poter considerare o meno l'eventualità di accertamenti diagnostici più approfonditi, come la villocentesi o l'amniocentesi. La precoce valutazione circa la salute del feto è una tutela anche nei confronti della mamma nel caso decida di interrompere la gravidanza, in quanto lo stress fisico e psicologico di questa scelta è tanto maggiore quanto più tardi si interviene.
 





Domus Medica Srl Via Zanchi, 12 35042 Este (PD) Italy - Tel. +39 0429 50303 Fax +39 0429 59031 - E-mail: info@domusmedicaeste.it - PEC domusmedicaeste@pec.it
P.IVA/C.F. PD 03827560289 - Reg.Imp./R.E.A. PD 340294 - Cap. Soc. € 75.000,00 i.v.