La Cistite, nemica delle donne.

Una malattia molto comune, con ricadute frequenti

Le infezione delle vie urinarie rappresentano le infezioni batteriche più comuni tra le donne (1 su 3 sperimenta il primo episodio prima dei 24 anni). Nelle donne di età compresa tra 20 e 40 anni l’incidenza è del 25-35%.

E’ un nemico difficile da debellare, infatti nel 20% delle donne con un episodio iniziale di cistite acuta si verificano successivamente episodi ricorrenti.

Tra i principali sintomi comunemente legati ad infezioni del tratto urinario inferiore che causano infiammazione della vescica (cistite) o dell'uretra, canale attraverso il quale l'urina esce dal corpo, ricordiamo la minzione dolorosa o difficile, inclusa una sensazione di bruciore al momento della minzione,  una sensazione di urgenza e di non essere in grado di trattenere lo stimolo, il bisogno di urinare frequentemente (o svegliarsi di notte per urinare).

Dolore o pressione nel retto o nella zona del pube sono un altro possibile sintomo, ma anche la sensazione di non essere in grado di urinare facilmente o del tutto spesso accompagnano una infezione delle vie urinarie.

Altri, più generalizzati, sintomi possono essere stanchezza e debolezza ma anche la febbre (non è comune se l'infezione è delle basse vie urinarie, uretra o vescica, ma può essere presente se l'infezione interessa i reni).

Infezioni batteriche asintomatiche sono presenti nel 2-15% delle donne, con valori più alti in gravidanza e nell’età avanzata.

Le persone con una infezione delle vie urinarie possono notare un aspetto alterato delle urine, che possono contenere sangue (colore rossiccio), materiale in sospensione con delle nuvolette (pus) o essere maleodoranti. L’esame urine e l’urinocoltura sono fondamentali nella diagnosi delle infezioni delle vie urinarie.

Se le infezioni risultano essere molto frequenti, allora sarà necessario eseguire altri tipi di analisi, compresi studi di imaging (es. ecografia addome) e/o l'esame diretto della vescica (cistoscopia).

Il Gold Standard per la terapia delle infezioni delle vie urinarie è la terapia antibiotica meglio se mirata mediante l’esito dell’urinocoltura con antibiogramma.

Come profilassi l’assunzione di cicli di terapia antibiotica, l’utilizzo di contraccettivi come il preservativo o il diaframma con associato lo spermicida, l’assunzione di mirtillo rosso e di un adeguato apporto di liquidi giornalieri permettono di ridurre in modo significativo le ricadute.





Domus Medica Srl Via Zanchi, 12 35042 Este (PD) Italy - Tel. +39 0429 50303 Fax +39 0429 59031 - E-mail: info@domusmedicaeste.it - PEC domusmedicaeste@pec.it
P.IVA/C.F. PD 03827560289 - Reg.Imp./R.E.A. PD 340294 - Cap. Soc. € 75.000,00 i.v.